Il sito utilizza cookies propri e di terze parti. Utilizziamo i cookie per migliorare la navigazione sul sito.

Aperte le iscrizioni all'Istituto Giovanni Paolo I

LocandinaISSRGP1 18-19

Laurea in Scienze Religiose e Laurea Magistrale in Scienze Religiose:

Sono aperte le iscrizioni per l'Anno Accademico 2018-19 all'Istituto Giovanni Paolo I, sostenuto dalle diocesi di Belluno-Feltre, Treviso e Vittorio Veneto.

Una solida proposta formativa per laici e consacrati di tutto il Veneto Orientale, in collegamento con gli altri ISSR della Facoltà Teologica del Triveneto.

Sessione estiva esami

Risultati immagini per esamiSi comunica che sono stati pubblicati gli appelli d'esame della sessione estiva. Sarà possibile sostenere gli esami dei corsi proposti dall'ISSR di Belluno negli anni scorsi.

Iscrizioni possibili dal 15/05 fino ad una settimana prima dell'appello.

Mattino di Pasqua 2018

«Non abbiate paura! Voi cercate Gesù Nazareno, il crocifisso.

È risorto, non è qui.

Ecco il luogo dove l'avevano posto.» Mc 16,6

MattinoDiPasquaRid

Venedì Santo 2018

INRI

«Il mio regno non è di questo mondo; se il mio regno fosse di questo mondo, i miei servitori avrebbero combattuto perché non fossi consegnato ai Giudei; ma il mio regno non è di quaggiù». Allora Pilato gli disse: «Dunque tu sei re?». Rispose Gesù: «Tu lo dici: io sono re. Per questo io sono nato e per questo sono venuto nel mondo: per dare testimonianza alla verità. Chiunque è dalla verità, ascolta la mia voce». Gli dice Pilato: «Che cos’è la verità?». Gv 18,36-38

Perché anche lo studio della Telogia sia per la Verità

Pubblicazioni di don Rinaldo Ottone

Un sentito grazie a don Rinaldo Ottone, direttore dell’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Belluno e vice Pro-Direttore dell’Istituto Giovanni Paolo I, che con due sue recenti pubblicazioni vuole accompagnare il lettore a far esperienza di Dio.

Ottone JesuDulcisMemoriaEgli ci accompagna anzitutto nel tentativo di svelare il "segreto" che l’inno “Jesu dulcis memoria” custodisce e che il testo invita a scoprire, sperimentando una "presenza" inattesa, la sola capace di sciogliere quel nodo interiore che è sorgente perenne di inquietudine. La bellezza semplice del testo, la vivacità delle sue immagini, la linea musicale sobria e pacata hanno, nel loro insieme, una sorprendente capacità di suscitare sentimenti di serenità e di pace.
 

Ottone ChiaveCastello

L'Autore, con la sua ultima opera “La chiave del castello. L'interesse teologico dell'empatia di Gesù”, si offre come guida nel percorso del credere, inteso non come accettazione passiva di una fede per sentito dire, ma – come scrisse Edith Stein – come «un essere toccati interiormente e uno sperimentare Dio». Attraverso questa «sensibilità condivisa» sarebbe dunque possibile arrivare perfino a «sentire Dio», quasi che si potesse avvertire il tocco della sua mano sulla propria pelle?